Nella notte l'incidente sulla pista di Madesino in Valtellina
Val Grana, sotto la neve 30enne a 2500 metri di altitudine
Valanga killer uccide nel cuneese
Scontro tra motoslitte: un morto



Il recupero della salma travolta dalla valanga in Val Grana


SONDRIO - Uno scialpinista travolto da una valanga; un altro sportivo ucciso in uno scontro tra due motoslitte. Doveva essere una giornata spensierata: si trasformata in tragedia per due giovani di Cuneo e Sondrio.

Il primo incidente avvenuto a circa 1.700 metri di altitudine, sulla pista di Madesimo, in Valtellina. Era l'una e mezza di notte. due motoslitte si sono scontrate frontalmente. E' morto un giovane di Chiavenna, 28 anni. Illeso il suo amico, anche lui di Chiavenna, che guidava l'altra motoslitta. I carabinieri accerteranno la dinamica dell'incidente: non escluso che i due amici stessero gareggiando tra loro.

Morto sotto una valanga invece uno scialpinista di Borgo San Dalmazzo, in provincia di Cuneo. Gianpaolo Desmero, di 30 anni, stato travolto da una valanga in Val Grana, nel cuneese, mentre in comitiva si trovava sul canalone Nord est del monte Sibolet, a circa 2500 metri di altitudine.

Gli amici che erano con lui hanno dato subito l'allarme e sul posto sono intervenuti due elicotteri del Soccorso alpino con unit cinofile, ma le ferite sono apparse subito gravi e il decesso subentrato alcune ore dopo il ricoverato nell'ospedale di Cuneo.