A causa di una valanga avvenuta a quota 3mila sull'Ortes probabilmente nella giornata di ieri, un alpinista tedesco ha perso la vita ed un altro e' stato dato per disperso.

Le ricerche sono iniziate stamattina dopo che i parenti degli alpinisti avevano ieri sera allertato i soccorsi allarmati per il loro mancato rientro in albergo.

VALANGHE: 2 MORTI IN ALTO ADIGE, RECUPERATO UN CORPO

Non ci sono piu' speranze per ritrovare in vita il secondo studente germanico travolto e rimasto ucciso assieme all'amico (la cui salma e' stata gia' composta nella cappella mortuaria di Solda) da una valanga, mentre nella giornata di giovedi' stavano compiendo una difficile scalata sulla difficile parete nord dell'Ortles, la montagna piu' alta dell'Alto Adige con i suoi 3.905 metri. I soccorritori hanno sospeso le ricerche, che verranno riprese nei prossimi giorni, a causa del perdurare delle pessime condizioni meteo. Secondo gli uomini del soccorso alpino, il secondo corpo e' rimasto sepolto dalla neve. La vittima accertata e' Benjamin Herttan, 24 anni, nativo della localita' bavarese di Berchtesgaden e residente a a Schoenau am Koenigsee. Ancora disperso e' Christoph Zembsch, 23 anni, nato a Berchtesgaden e residente a Bischofswiesen. Da una prima ricostruzione i due giovani alpinisti tedeschi, mentre stavano risalendo un canalone a 3.000 metri di altitudine, sono stati travolti da una valanga con un fronte di circa 60 metri di ghiaccio, neve unita ad alcuni massi essendo in quella zona la roccia molto friabile. Secondo i soccorritori, considerata l'attrezzatura ritrovata, i due studenti erano molto esperti e quindi consapevoli dell'elevata difficolta' che presenta la parete nord dell'Ortles, specie in questo periodo dell'anno (scalata prettamente su ghiaccio). La massa nevosa ha sepolto per oltre mezzo metro Herttan. In un raggio di alcune decine di metri ritrovati uno zaino, guanti e piccozze

 

Valanga Ortles, interrotte le ricerche del disperso

 

BOLZANO -- Sono state interrotte le ricerche dell'alpinista disperso sul massiccio dell'Ortles. Gli uomini del soccorso alpino di Solda hanno cercato invano il suo corpo. E col passare del tempo si sono affievolite le speranze di trovarlo ancora  in vita.


Questa mattina stata recuperata la salma del suo compagno di cordata. I due alpinisti sono stati travolti ieri da una valanga, mentre tentavano l'ascensione alla parete nord della montagna. La disgrazia avvenuta a quasi tremila metri di quota.